Arrendersi

pulcini2[1]

Accade talvolta che un allievo dotato che lavori con un insegnante altrettanto dotato, non riesca comunque ad ottenere la qualità sonora che cerca, ed accade spesso in quei casi che le ragioni di tale fallimento vengano attribuite alla necessità di un diverso approccio, di un nuovo stimolo, magari di un nuovo insegnante..
E se il problema fosse che l’allievo si senta mentalmente persuaso da una certa qualità mentre il suo desiderio lo spingesse inconsapevolmente verso altro?….
E se invece che ascoltare i propri pensieri ascoltasse la propria pancia, il proprio desiderio?
Casa accadrebbe se invece che adeguarsi a ciò che pensa sia adatto a lui si “arrendesse” a ciò che è?..
Cosa cerchiamo di difendere nel tentativo di non accettare ciò che siamo e che ci darebbe un’autentica forma di “felicità artistica”?
Simone Moscato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...